Giorno 13 l’arrivo

Immagine

Ore 8 greche, mi affaccio dopo una notte ballerina all’ancora ad Erikoussa.

Mi stropiccio gli occhi ma continuo a non vedere nulla: una nebbia che potrebbe far invidia a quella del basso polesine d’inverno mi circonda. Non si vedono ne la spiaggia a 20 metri ne le barche ancorate vicine!

Torno a dormire…si alzerà!

Alle 10 la nebbia si alza un po’. su l’ancora e andiamo. Sono costretto ad accendere le luci di via e peccato non avere quelle antinebbia! Navigazione ovattata, visibilità 10 metri scarsi. Solo il GPS ci guida sulla via di Corfu’. Finalmente alle 12 comincio ad intravedere il sole e la costa nord di Kerkyra e mi si apre un mondo: acqua turchese, baiette stupende ognuna con la sua mitologia. Anna portolano alla mano comincia a leggere a voce alta la storia di queste insenature e tutto torna nei miei ricordi degli studi classici! Passiamo davanti alla baia ove si erge il monastero di San Spiridione protettore dei naviganti e lo salutiamo come si fa con un caro amico; un monaco ci vede e ci saluta con un suono di campana: si, questa e la mia grecia! Entriamo scivolando nel canale che separa l’Albania dalla Grecia insulare ed a sinistra abbiamo saranda ed il lago di Butrinto con la fortezza di Ali Pasha ed a destra Gouvia e la rocca di Corfu’. Non riesco a smettere di guardare a destra ed a sinistra come un bambino potrebbe guardare la un gelato e dall’altra lo zucchero filato… Ci incanaliamo tra le mede d’entrata del canale di Gouvia in direzione della marina e finalmente atterriamo con l’aiuto di un marinaio che aiuta Anna con le cime di prua. Stop al motore siamo arrivati! Dopo giorni di navigazione ho voglia di terra di doccia, di wifi e di un caffè freddo spaparanzato al bar. E cosi è stato. Pian piano con Anna ci siamo riappropriati del fatto che siamo animali terrestri  ed abbiamo cominciato a rifrequentare gli umani… I greci mi sembrano sin da subito gente gentile ed ospitale, senza fronzoli mentali, persino in capitaneria dove trovo un ambiente rilassato e per niente inquisitorio come quello croato! Grandi risate, chiacchero del più e del meno con i rappresentanti dell’autorità che quasi mi dispiace andarmene una volta terminate le procedure.

Torniamo in barca dopo un bagno in piscina e cominciamo a rassettare, riordinare, e purtroppo a preparare le valigie perchè domani l’aereo ci attende per riportarci in Italia. Ma prima, l’ultima serata a Corfù…

Alle 21 ora greca siamo indaffarati alla biglietteria automatica dell’autobus che ci portera a Corfu’, l’autista, autobus pieno,  aspetta buoni 3 minuti che abbiamo finito di litigare con la macchina dei biglietti e ci fa salire. Nessuna lamentela per la sosta da parte di nessuno dei presenti, solo sorrisi. Camminiamo un po’ a casaccio per la splendida città di Corfu’ dalle vestigia veneziane ma dai modi orientali; ci piace un ristorante piccolissimo su una scalinata che porta alla chiesa di San Spiridione (si sempre lui) e ci fermiamo. Il padrone del locale parla italiano e ci propone un piatto per un assaggio della cucina greca che risulta essere delizioso; il piatto in breve è vuoto. Ordino il caffè ed il conto. Ho già pagato quando il padrone mi dice che non si può andare via senza aver assaggiato la frutta e i dolci del luogo e ce li offre. Arriva un mega piatto con dolci e frutta che sparisce in un lampo. Poi grandi strette di mano, un kali nikta e la promessa che torneremo presto.

Non pago verso mezzanotte una volta tornati in marina mi siedo al bar ed ordino un mojito sotto lo sguardo incredulo di Anna che sa che non bevo mai alcolici; ma questa sera greca va così e finito quello me ne berrei un altro ma mi trattengo e si va a nanna!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...