Kastos una perla nello Ionio

Dopo una notte alla ruota a baia Skrofa, la mattina ci rivede in movimento.
Percorriamo il canale che separa l’isola di Oxia dalla terraferma e dopo circa una quindicina di miglia eccoci in vista di Kastos, splendida isoletta del mare interno. L’idea era di piazzarci nella baia di nord est ( north east cove) , ma dopo un rendez vous alla voce optiamo per Port Kastos desiderosi di un po’ di terraferma dopo lo sballottamento notturno. l’atterraggio come sempre all’ancora e cime in banchina avviene con qualche preoccupazione per un fastidioso vento al traverso in un bacino stretto e con fondali di poco superiori ai due metri, districandosi in mezzo ad una flottiglia di charter che come al solito pretendono diritto di domicilio cercando di riservare per se tutto il posto disponibile. Ma non l’avranno vinta!
Il porticciolo si rivela incantevole e le stradine sterrate che da esso si dipartono conducono a spiaggette inaspettate e soprattutto disabitate. Nei due giorni di sosta testiamo alcuni ristorantini sicuramente dignitosi ed io personalmente anche la doccia di un localino che mette a disposizione acqua calda a gogo in cambio di una qualunque consumazione! A malincuore all’alba del terzo giorno molliamo le cime e salpiamo in direzione Nidri ( Tranquillity Bay) per una sosta tecnica, la revisione del mio alternatore che mi pare non carichi troppo bene, e per cambusa. Recupereremo inoltre alcuni amici che stanno all’ancora a Vliko ma di questo parleremo la prossima volta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...